In Progetto Asilo Nido ora: 18

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

SVANI – Compilazione

SVANI – Compilazione

In questo articolo vedremo alcuni consigli utili alle educatrici per la compilazione della SVANI, (acronimo per Scala per la Valutazione dell’Asilo Nido), la traduzione italiana di uno strumento sviluppato negli USA da Thelma Harms, Debby Cryer, Richard M. Clifford e Frank Porter per la valutazione della qualità del servizio di asilo nido. Nei successivi articoli vedremo più in dettaglio le varie sottoscale che la compongono.
Le seguenti linee guida sono derivate da quanto indicato in Harmes, Cryere & Clifford (1990) e dalla nostra diretta esperienza, e riguardano la compilazione della SVANI negli asili nido da parte delle educatrici stesse.

Importanza per le educatrici di una corretta compilazione della SVANI

L’importanza per le educatrici di asilo nido della SVANI è data dal fatto che una onesta e corretta compilazione di questo strumento permette di visualizzare ed affrontare i punti su cui intervenire per migliorare la qualità del Servizio. Con “onesta” intendiamo il basarsi sui fatti oggettivamente osservabili, evitando nel possibile di farsi condizionare dal rapporto con le colleghe o con il Servizio come datore di lavoro.
È di fondamentale importanza per l’educatrice-osservatrice comprendere che non sta giudicando la collega o l’asilo nido, ma sta raccogliendo informazioni per migliorare il Servizio nel suo insieme.

L’osservazione per la compilazione della SVANI

È necessario che l’osservazione sia fatta da una educatrice diversa da quella che sta con i bambini in quel momento. Va da sé che è consigliabile ci sia sempre la stessa educatrice per tutta la durata dell’osservazione.
Importante: l’educatrice-osservatrice dovrebbe aver fatto un corso di formazione sulla SVANI e provare a farne qualcuna prima di compiere rilievi da usare per la valutazione dell’asilo nido.


Clicca per alcune riflessioni sull'osservazione e compilazione della SVANI

1. Prima di iniziare l’osservazione per la compilazione della SVANI

1. Prima di iniziare l’osservazione per la compilazione della SVANI

L’educatrice-osservatrice dovrebbe leggere con calma tutto quello che è contenuto nella scheda da compilare. È molto importante “rinfrescare” la conoscenza di quali elementi sono richiesti, in modo da poter osservare e valutare quando e come si verificano.
Poi si compila la prima parte di informazioni nella prima pagina.

2. Osservazione per la compilazione della SVANI

2. Osservazione per la compilazione della SVANI

È consigliabile che l’educatrice-osservatrice cominci con “arredi e materiali” (a disposizione dei bambini), sopratutto se proviene da un’altra sezione (item 1-6)

Gli item della SVANI relativi alle relazioni dovrebbero essere osservati per un po’, in modo da avere una visione chiara di quello che succede (ad esempio gli item 30-33 e 41)

È importante che l’educatrice-osservatrice non interagisca con i bambini. Questa osservazione  senza interazione si definisce anche “osservazione diretta non-partecipata”.
Questi sono alcuni consigli per limitare le interazioni con i bambini durante l’osservazione:

  1. Individuare o organizzare preventivamente un angolo in cui l’educatrice-osservatrice possa rimanere il più possibile fuori dal flusso di attività dei bambini.
  2. All’arrivo, salutare i bambini, ma poi non invitarli alla relazione (ad esempio: mantenendo un atteggiamento rilassato ma “distaccato”; una espressione facciale neutra e serena; non cercando né scambiando contatti oculari). Salutare i bambini  quando finisce l’osservazione
  3. Se un bambino si rivolge all’educatrice-osservatrice chiedendogli cosa fa, questa può rispondere brevemente che sta facendo qualcosa perl’asilo nido, che sta lavorando, che scriverà qualcosa per un po’, ecc.
  4. Se un bambino invita l’osservatrice al gioco, questa declinerà l’invito in maniera ferma e tranquilla, con un sorriso, dirigendo il bambino all’altra educatrice.
  5. Chi effettua l’osservazione deve ricordarsi che i bambini sono seguiti dall’educatrice lì presente, che quindi provvederà a tutto quello che lei riterrà opportuno. Non tocca all’educatrice-osservatrice intervenire.
  6. Non interrompere l’educatrice o interagire con lei.

3. Alla fine dell’osservazione

3. Alla fine dell’osservazione

L’educatrice-osservatrice controlla di aver compilato tutto (compresi i dati della prima pagina).

4. Quanto dura l’osservazione per la SVANI?

4. Quanto dura l’osservazione per la SVANI?

Harmes, Cryere & Clifford (1990) indicano una durata di almeno 2 ore (sono consigliabili circa 3 ore, in maniera da comprendere anche due routine).

5. Quando l’educatrice compie l’osservazione per la compilazione della SVANI?

5. Quando l’educatrice compie l’osservazione per la compilazione della SVANI?

Alcuni item richiedono l'osservazione di eventi e attività che si verificano solo in determinati momenti della giornata, quali le routine (item 9-12) e le attività di tipo grosso-motorie (item 7-8, 29), quindi si deve programmare bene l’osservazione nella giornata delle varie educatrici.

Compilazione degli item della SVANI

Per la compilazione dei vari item contenuti nella SVANI è consigliabile:

  1. Leggere con attenzione l'intera scala, compresi i vari item e le note esplicative, prima di iniziare ogni osservazione. Nota: per essere precisi, tutti i punteggi devono essere basati il più esattamente possibile sugli indicatori forniti nelle voci della scala.
  2. L’educatrice-osservatrice deve aver sempre sotto mano la scala e consultarla frequentemente durante l’osservazione, al fine di assegnare i punteggi con precisione.
  3. Le cose osservate che differiscono da quanto fornito negli indicatori, ma che sembrano paragonabili, possono essere utilizzate come base per dare il punteggio a un indicatore.
  4. I punteggi dovrebbero essere basati sulla situazione attuale che si osserva o che è descritta dall’educatrice (per ciò che non sia osservabile direttamente).

Bibliografia - SVANI – Compilazione

Per chi vuole analizzare in dettaglio la SVANI, si rimanda ai testi:
(Versione originale): Harmes T., Cryere D., & Clifford R.M., Scala per la Valutazione dell’Asilo Nido,  Franco Angeli, Milano, 1990.
(Adattamento italiano) Bassa Poropat M.T., & Chicco L., Percorsi formativi nella valutazione della qualità, Edizioni Junior, Bergamo, 2003

Articoli collegati - SVANI – Compilazione

Gli altri articoli sulla Scala per la Valutazione dell’Asilo Nido (SVANI) collegati a questo sono:

Conclusioni - SVANI – Compilazione

In questo articolo abbiamo proposto alcuni consigli utili alle educatrici per la compilazione della SVANI, (acronimo per Scala per la Valutazione dell’Asilo Nido). In particolare abbiamo proposto alcune riflessioni sul prima e dopo l’osservazione e alcuni consigli su come effettuare l’osservazione per la compilazione della SVANi in maniera diretta non partecipata. Infine abbiamo proposto alcuni consigli sulla compilazione vera e propria della SVANI da parte di una educatrice di asilo nido: 1) Leggere con attenzione l'intera scala; 2) Aver sempre sotto mano la scala e consultarla frequentemente durante l’osservazione; 3) utilizzare come base per dare il punteggio a un indicatore quanto osservato in maniera paragonabile a quanto descritto; 4) basarsi su quanto effettivamente osservato e raccolto.


Progetto Asilo Nido & Social