In Progetto Asilo Nido ora: 20

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Routine al Nido - Domande - 7

Routine al Nido - Domande - 7

In queste schede sono presentate 10 domande sulle routine più frequentemente chieste nelle selezioni e nei concorsi per educatore di asilo nido.
Per passare alle 10 domande successive, clicca sul link alla fine dell’articolo.
Tempo da impiegare: max 8 minuti.

Le routine in concorsi e selezioni per educatore asilo nido

Quiz sulle routine e gli aspetti correlati, sia pratici, sia teorici, sono sempre presenti nei concorsi e selezioni per educatore di asilo nido. Inoltre, dal punto di vista di una futura educatrice, l'importanza di tale argomento enorme: quasi l'80% del tempo che un bambino passerà con lei all'asilo nido sarà costituito dalle routine!.
Ciò ci ha convinto a proporre una serie di domande specifiche sulle routine in asilo nido.

Le domande che seguono sono quasi tutte raccolte da vari concorsi e selezioni per educatore di asilo nido dal 1995 ad oggi; le rimanenti sono state da noi sviluppate.
Per un elenco di sinonimi dei termini abitualmente usati in ambito di asilo nido e per definizioni di concetti particolari, vedi Termini per asilo nido.

Domande sulle routine al nido

Le seguenti domande possono essere usate sia come quesiti a risposta multipla, sia come domande aperte: basta non cliccarci sopra e non si vedono le possibili risposte!


Risposta:

Vero, ma solo dopo i 18 mesi Difficilmente si può parlare di controllo sfinterico prima dei 18 mesi, perché il bambino non ha ancora sviluppato le capacità necessarie, vedi anche ARTXYZ “Sviluppo 12-18”

Una frase educativamente corretta che l’educatrice di asilo nido può usare di fronte alle temporanee regressioni nel controllo sfinterico è:


“Sporcaccione, vieni qui che ti cambio”
“Non ti preoccupare, è un incidente”
“Adesso cosa diranno i tuoi amici?”

Risposta:

“Non ti preoccupare, è un incidente”

Risposta:

Dello schema corporeo

Durante il momento del cambio e della pulizia personale il bambino deve essere incoraggiato a collaborare per: 


Incentivare la comprensione dello sforzo che tali routine generano nel caregiver
Promuovere la conquista della sua autonomia
Ridurre il carico di lavoro dell’educatrice

Risposta:

Promuovere la conquista della sua autonomia

All’asilo nido, durante il momento del cambio e della pulizia personale il bambino:


deve essere incoraggiato a collaborare
deve essere incoraggiato a ascoltare e interagire verbalmente con l’educatrice, evitando in maniera tranquilla a non collaborare per evitare ritardi nella routine
deve essere scoraggiato dal collaborare per evitare ritardi nella routine degli altri bambini del gruppo

Risposta:

deve essere incoraggiato a collaborare Ciò al fine di promuovere la conquista della sua autonomia

Durante il riposo all’asilo nido, l'educatrice deve invitare i bambini già svegliatisi a: 


Ad uscire dalla stanza, senza disturbare gli altri bambini
Ad uscire dalla stanza, senza disturbare gli altri bambini
Ad uscire dalla stanza, senza disturbare gli altri bambini

Risposta:

Ad uscire dalla stanza, senza disturbare gli altri bambini

Durante la fase dell'inserimento, nel momento del sonno, in che modo l'educatrice può favorire la tranquillità e l'accettazione della scansione oraria nel bambino?


Permettendo che il genitori si affacci o si sieda nella stanza del riposo
Accarezzandolo e cantando una ninna nanna
Lasciandogli a disposizione l'oggetto transizionale a cui è legato

Risposta:

Lasciandogli a disposizione l'oggetto transizionale a cui è legato

In quale dei seguenti momenti l'educatrice può favorire la tranquillità del bambino lasciandogli a disposizione l'oggetto transizionale a cui è legato?


Durante il riposo
Durante l’inserimento
In ogni situazione in cui il bambino sembra non voglia staccarsi dall'oggetto transizionale

Risposta:

In ogni situazione in cui il bambino sembra non voglia staccarsi dall'oggetto transizionale

Durante le routine è importante un rapporto di collaborazione tra le educatrici. Vero o falso?


Vero
Vero, ma solo in presenza di bambini con difficoltà motorie
Vero, ma solo se il rapporto numerico con i bambini è maggiore di 1:5

Durante lo svolgimento delle routine all’asilo nido, l'educatrice ha la funzione di:


base sicura
punto di riferimento e mediatore nell'acquisizione delle autonomie
Controllo e mediatore nell'acquisizione delle norme sociali sottostanti alle routine

Risposta:

punto di riferimento e mediatore nell'acquisizione delle autonomie


Se ritieni che una risposta sia errata o incompleta, per favore lascia un messaggio nel forum o un commento sulla pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook. Grazie!

Come usare le domande sulle routine al nido

Abbiamo sviluppato queste domande sulle routine al nido come aiuto nella preparazione a un concorso o ad una selezione per educatore di asilo nido.
Come per tutte le domande, anche quelle di Progetto Asilo Nido ti sembreranno banali se conosci bene il tema. Quindi, se:

  • Impieghi più di 30-45 secondi per leggere e rispondere ad una domanda
  • La domanda ti sembra “difficile” da capire per termini usati e distinzioni proposte

Allora ti consigliamo di rivedere gli argomenti relativi alle routine in asilo nido prima di proseguire oltre nel tuo studio, ad esempio leggendo gli articoli presentati nella sezione Routine e Rituali.
In bocca al lupo, futura collega educatrice di asilo nido!


Progetto Asilo Nido & Social