In Progetto Asilo Nido ora: 53

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Case dei colori

Case dei colori

In questo articolo proporremo le Case dei colori, un’attività grafico-pittorica basata su un supporto verticale non piano, associata al movimento globale, ottima in spazi chiusi. Case dei colori è un’attività che favorisce molti aspetti dello sviluppo dei bambini, in particolare quelli cognitivi e socio-emotivi.
Questa attività nasce dall’osservazione fatta alcuni anni su un gruppo di bambini di circa 24-30 mesi, cui erano stati proposti degli oggetti verticali appesi all’aperto da colorare. Il nome stesso deriva da come alcuni bambini avevano iniziato a chiamare tale attività.

Case dei colori - valenza educativa

La valenza educativa di Case dei colori si basa sul contribuire al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Inserire nell’attività grafico-pittorica elementi inusuali con cui il bambino può sperimentare nuove possibilità espressive e cognitive.
  • Sviluppare le competenze cognitive del bambino, in particolare la capacità di esprimersi in forme nuove attraverso l’uso di materiali non tradizionali (esplora azioni conosciute con nuove valenze su materiali diversi), cominciando a farlo in maniera finalizzata al risultato che vuole ottenere (oltre che al piacere legato alla manipolazione del materiale). Infatti, il bambino potrà osservare relazioni di causa-effetto (ad esempio: il colore che scivola lungo il pilastro); inoltre potrà sperimentare differenze del tratto secondo la propria azione.
  • Sviluppare le competenze di motricità fine del bambino
  • Combinare e coordinare azioni di motricità fine ad azioni motorie globali
  • Combinare e coordinare azioni di motricità fine ad azioni motorie globali con i pari
  • Incentivare (per bambini sopra i 30 mesi) la capacità di cooperare
  • Incentivare la capacità di espressione del bambino in maniera complessa, cioè con più aspetti motori, cognitivi e socio-emotivi in contemporanea
  • Incentivare la capacità di espressione simbolica del bambino, anche nell’assumere ruoli

Il metodo previsto è un’interazione ludica che unisce il piacere dei bambini nel far scorrere un oggetto lungo un piano verticale all’espressione grafico-pittorica e al divertimento in gruppo. Ciò per sfruttare sia la comprensione dello spazio, delle forme geometriche e dei rapporti tra gli oggetti, sia il risolvere i problemi compiendo vari tentativi e osservandone il risultato, sia la nascente capacità di cooperare.


Con Case dei colori, l’educatrice di asilo nido propone al bambino:

  • Un mezzo per uscire dallo schema del foglio bidimensionale, a lui noto. In tal modo, il colore può “muoversi” secondo la gravità, rendendo l’attività grafico-pittorica più affascinante e complessa (incentiva così l’osservazione dei fenomeni di causa-effetto)
  • Un mezzo per cooperare in maniera complessa con i pari (si pensi al fatto che attorno ad ogni pilastro possono agire e giocare più bambini, oppure al fatto che si può “completare” un disegno di un altro bambino su un pilastro lì vicino)
  • Un ambiente stimolante il gioco simbolico, anche con l’assumere dei ruoli (si pensi al fatto che ogni casa dei colori può divenire un microambiente diverso)

Il colore può “muoversi” secondo la gravità, rendendo l’attività grafico-pittorica più affascinante e complessa (incentiva l’osservazione dei fenomeni di causa effetto). Inoltre, potendo i bambini cambiare pilastro, possono cooperare o comunque interagire tra loro.

Nota. Il rotolo di cartone asciuga velocemente i colori che passano il foglio, permettendo quindi di appendere subito il disegno del bambino. Questo permette di creare delle attività in sequenza, particolarmente importanti per lo sviluppo dei bambini sopra i 30 mesi, vedi anche  Attività in sequenza.
L’uso di un foglio staccabile permette di utilizzare poi il prodotto dei bambini appendendolo con mezzi classici in sezione e occupando poco spazio nei raccoglitori personali.


Età consigliata: Case dei colori è stato provato con successo con bambini d’età maggiore di 24 mesi.
Proponibile a: piccolo gruppo, grande gruppo.
Setting e risorse: Ampio spazio interno, attrezzato in maniera da poter essere pulito in maniera semplice (ad esempio: teli per terra). Devono essere tolti dallo spazio tutti gli ostacoli al libero movimento dei bambini e gli eventuali altri giocattoli.

Case dei colori e famiglie

Case dei colori è difficilmente proponibile alle famiglie dei bambini di asilo nido, in feste e/o incontri, a causa della necessità di spazi ampi per l’allestimento e il movimento dei bambini.
Nel caso si voglia proporre un’attività simile in feste e/o incontri, sicuramente apprezzata dai genitori e dai bambini, consigliamo “Colora i totem”, da svolgersi all’aperto, vedi Colora i totem.

Case dei colori - attività

Costruire e proporre l’attività Case dei colori è apparentemente complesso, ma in realtà esse sono semplici da preparare. Il primo allestimento richiede un po’ di tempo alle educatrici, mentre i montaggi successivi sono più veloci e facili.


Materiale

Materiale per Case dei colori

Per 1 set di pilastri da colorare (cioè per ciascuna Casa dei colori):

  • N° 4 rotoli di cartone, di grande diametro (tipo rotolo porta-progetti); sono ottimi i rotoli di carta industriale. Nota: i rotoli di cartone devono essere alti almeno 1,5 metri
  • 4 manici di scopa o altri bastoni simili. Nota: questi saranno recuperati integri alla fine dell’attività.
  • Scatoloni di cartone (2 o 4, dipende dalle dimensioni)
  • Nastro adesivo telato
  • Taglierino

Per ogni attività grafico-pittorica nelle Case dei colori:

  • Almeno 2 Case dei colori
  • Nastro bi-adesivo
  • Fogli di carta da colorare (a coprire i vari pilastri)
  • Colore in bacinelle
  • Teli

Costruzione

Costruzione del set di pilastri

L’educatrice taglia tutti i 4 rotoli alla stessa lunghezza, se necessario.
Nella parte che sarà posta in alto, pratica 2 paia d’incisioni con il taglierino, a 90° uno dall’altro: un paio profondo come il bastone, l’altro profondo circa il doppio.

L’educatrice taglia poi dagli scatoloni 4 strisce di cartone larghe 20-25 cm e lunghe 20 cm in più dei bastoni.
Piega le strisce per lungo, schiacciandole, fino a che le estremità possano entrare nei rotoli.

Allestimento

Allestimento delle Case dei colori

L’educatrice posiziona i rotoli (pilastri delle case) ai vertici di un quadrato con il lato lungo quanto i bastoni.
Costruisce i “lati” di questo quadrato infilando le strisce schiacciate nella base dei rotoli, per circa 10 cm. Con un’abbondante dose di colla a caldo e (eventualmente) un giro di nastro telato, li fissa al rotolo.
A questo punto i pilastri dovrebbero essere in grado di reggersi in piedi da soli.
Per rendere sicura la costruzione, l’educatrice inserisce i bastoni nelle scanalature eseguite alla sommità. Li fissa poi con il nastro adesivo telato, avendo cura di fare degli “8”.
Tempo: per ciascun set di pilastri sono necessari circa 4-5 minuti per i tagli del cartone, e circa 5 minuti per il montaggio. Può essere necessario l’aiuto temporaneo di una collega per la predisposizione. Lo smontaggio richiede circa 2 minuti per set di pilastri (usando il taglierino per tagliare il nastro adesivo)
Nota. Il taglio è necessario solo la prima volta, mentre le volte successive si provvederà solo al montaggio. Si osservi inoltre che le Case dei colori possono rimanere montate e sfruttate per molte altre attività in più giorni consecutivi, anche senza l’uso della pittura.

Nota sul numero di Case necessarie

L’educatrice consideri che in una Casa dei colori possono interagire 4-5 bambini alla volta, e altrettanti all’esterno.
Per un’attività che coinvolge fino a 10 bambini, sono quindi solitamente sufficienti 2 Case dei colori.
Per un’attività che coinvolge una sezione intera (15-20 bambini), sono invece solitamente sufficienti 3 Case dei colori.

Varianti di Case dei colori

Case dei colori a onde

Nel caso l’educatrice voglia proporre una superficie maggiormente complessa su cui il bambino possa disegnare, è possibile circondare ciascun pilastro, incollando con colla a caldo 4-6-8 rotoli di piccolo diametro (ad esempio quelli della carta assorbente da cucina), dalla base alla cima.
Per una riflessione sull’uso di superfici a onde per i disegni dei bambini, vedi anche  Colora le onde.

Case dei colori per arredo simbolico

Le Case dei colori possono rimanere montate per più giorni consecutivi, e sfruttate per molte altre attività anche non grafico-pittoriche. Ad esempio, sono perfette per creare ambienti per il gioco simbolico e per attività di drammatizzazione: si pensi ad appoggiare alcuni foulard o tende ai pali, o disporre degli scatoloni all’interno di alcune Case, sfruttabili per attività complesse molto stimolanti come “Dal negoziante”, ecc.

Proposta di Case dei colori

L’educatrice applica due strisce di nastro biadesivo su ciascun pilastro, e applica vari fogli da disegno al rotolo facendoli ben aderire.
Si posizionano le Case dei Colori ad almeno 2 metri l’uno dall’altro.
Al centro di ogni set si mette una bacinella di un singolo colore, e vi si posizionano vicino gli strumenti scelti dall’educatrice.
Nota. È consigliabile mettere un telo impermeabile entro e attorno ai pilastri.

Parametri per l’osservazione

I parametri per l’osservazione sono, per ciascun bambino:

  • Numero di interazioni cooperative tra almeno 2 bambini su un pilastro (ad esempio: entrambi pitturano o si alternano nello stesso disegno, uno osserva e “commenta”)
  • Percentuale di ripetizioni del movimento coordinato, sullo stesso pilastro o nella stessa Casa, con il proprio compagno rispetto a quelle non coordinate
  • Percentuale di trasformazioni simboliche dell’attività rispetto alle attività espressive
  • Durata dell’interesse nell’attività espressiva

Il terzo e quarto parametro (simbolizzazioni e interesse del bambino) sono parametri di monitoraggio. Nel caso l’interesse della maggior parte dei bambini non sia evidente (durata inferiore ai 2-3 minuti), è consigliabile non riproporre ulteriormente l’attività per 1-2 mesi. Infatti tale attività potrebbe essere troppo complessa per il livello di sviluppo cognitivo conseguito dai bambini. Nel caso le trasformazioni simboliche siano preminenti, è consigliabile non riproporre Case dei colori, bensì riproporre uno spazio con elementi verticali senza attività grafico-pittorica (come nella variante “arredo simbolico”).

Case dei colori - valutazione dell’efficacia educativa

I primi due parametri di osservazione (cooperazione e movimenti coordinati) sono diretti alla valutazione dell’efficacia educativa. Essa sarà positiva se entrambi tali parametri aumentano tra la prima e l’ultima proposta di Case dei colori.

Case dei colori - misure di sicurezza

Per nostra esperienza, la costruzione come indicata sopra è resistente a urti e spinte dei bambini. Per sincerarsene in proprio, l’educatrice di asilo nido dovrebbe “spingere” un rotolo per ciascun set di pilastri e vedere se la struttura è stabile, eventualmente provvedendo con un ulteriore giro di nastro adesivo.
L’educatrice deve disincentivare eventuali giochi basati sull’arrampicarsi o sullo sbattere addosso ai pilastri. Dal punto di vista delle collisioni, i rotoli sono comunque inoffensivi.
I bambini apprezzeranno molto correre attraverso le Case dei colori, quindi gli eventuali teli devono essere ben fissati per evitare inciampi e cadute (oppure non esserci proprio!).
Sono inoltre necessarie le usuali precauzioni di sicurezza tipiche delle attività grafico-pittoriche.

Case dei colori - Articoli collegati

Per una definizione e alcune riflessioni sulle attività in sequenza, vedi Attività in sequenza.
Lo sviluppo dei bambini nella fascia d'età qui considerata è in Attività e sviluppo a 24-30 mesi e Attività e sviluppo a 30-36 mesi

Per un’attività simile, facilmente proponibile dalle educatrici all’interno e all'esterno dell’asilo nido, vedi Colora i totem.
Per un’attività grafico-espressiva estendibile alle Case dei colori, vedi  Colora le onde.
Per alcune ulteriori riflessioni e ulteriori proposte sull’uso dei rotoli di cartone in asilo nido, vedi Rotoli di cartone in asilo nido.

Case dei colori - Conclusioni

In quest’articolo abbiamo proposto Case dei colori, un’attività ludica per l’asilo nido diretta a promuovere lo sviluppo dei bambini sopra i 24 mesi, in particolare quello cognitivo e socio-emotivo (cooperazione tra pari). Case dei colori è in sintesi un’attività grafico-pittorica basata su un supporto verticale non piano, associata al movimento globale, ottima in spazi chiusi, in situazione di piccolo o grande gruppo.


Progetto Asilo Nido & Social