In Progetto Asilo Nido ora: 70

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Campane di Mortaron

Campane di Mortaron

Campane di Mortaron è una canzone che può essere cantata da sola o accompagnare lo sfogliare di un libro da parte dell’educatrice di asilo nido; in quest’ultimo caso, si tratta di una canzone illustrata, cioè un esempio particolare di canzone mimata (vedi Canzoni mimate - Importanza e valore educativo). Le frasi ritmate illustrano quanto si vede nel disegno, costituendo quindi un ausilio alla narrazione. È da considerarsi una vera e propria attività strutturata breve.

Campane di Mortaron: proposta educativa

La proposta educativa di Campane di Mortaron è propedeutica allo sviluppo del linguaggio. Nella variante illustrata, è propedeutica all’uso delle immagini e del testo, allo sviluppo della consapevolezza del linguaggio scritto e dell’importanza del libro; in particolare è relativa all’avvicinamento dei bambini al libro come raccoglitore di storie e come strumento piacevole e divertente da usare. Inoltre permette all’educatrice di promuovere e sfruttare momenti di attenzione congiunta con ciascun bambino.

Il libro usato per Campane di Mortaron è costituito da fogli stampati da una sola parte, con le immagini e le parole della strofa corrispondente. Tali immagini, semplici dal punto di vista grafico, possono essere riproposte (in fotocopie ridotte) anche per libriccini da proporre ai bambini in sezione o da consegnare alle famiglie (per un esempio: Valigia delle storie). È consigliabile plastificare queste immagini. Si possono anche proporre ai bambini le immagini da colorare, e usare poi queste immagini personalizzate per i libri personali. Si può proporre anche una versione differenziata in cui le azioni riguardano un bambino o un gruppo di bambini: basta usare un po’ di fantasia.

Nota. La seguente versione di Campane di Mortaron prende spunto da una filastrocca popolare veneta, da noi elaborata per adattarla allo sviluppo dei bambini di asilo nido. Ogni educatrice di asilo nido può creare il proprio libro e la propria filastrocca, mantenendo il ritmo e le rime baciate.

Età: dai 18 mesi
Proponibile a: piccolo gruppo, grande gruppo
Momento di proposta consigliato: momenti di transizione lunga, in cui i bambini non hanno tensioni fisiologiche come la fame. Ad esempio: a) intervallo tra fine della merenda e inizio delle attività; b) dopo la merenda del pomeriggio, in preparazione dell’uscita.
Setting: a scelta dell’educatrice di asilo nido

Vediamo ora le Campane di Mortaron in dettaglio:


 Struttura

Campane di Mortaron - Struttura

Campane di Mortaron si basa su una prima strofa che introduce il ritmo della canzone (Din dan don / le campane di Mortaron), e su strofe successive costituite da due frasi, che l’educatrice di asilo nido:

    • Narra mentre indica l’immagine (per bambini sotto i 24 mesi), o ppure
    • Fa vedere girando le pagine, seguendo la canzone (sopra i 24 mesi).

Nella prima parte di tali strofe, l’educatrice presenta l’azione che si vede nel foglio aperto, nella seconda parte introduce il soggetto predominante del foglio seguente.

Nota: i bambini sotto i 30 mesi si focalizzeranno sui soggetti; solo dopo i arriveranno al riconoscimento autonomo dell’azione tra i soggetti sulla pagina. È quindi fondamentale che l’educatrice racconti e descriva quello che succede nelle immagini. Sarà su questa descrizione che i bambini applicheranno la propria fantasia.
I bambini sotto i 24 mesi saranno, alle prime proposte, attratti prevalemente dalle immagini: cercheranno di toccarle, indicarle, ecc.
I bambini sopra i 24 mesi possono essere coinvolti verbalmente dall’educatrice, ad esempio invitandoli a riconoscere l’immagine del foglio. Dopo varie ripetizioni, i bambini “anticiperanno” le strofe, e quindi il ruolo dell’educatrice diventa quello di riconoscere la bravura dei bambini, incoraggiarli e, naturalmente, girare le pagine!

 Testo

Campane di Mortaron - Testo della canzone mimata

Din dan don
le campane di Mortaron
sonavan giorno e notte,
e aprivan così le porte

ma le porte eran di ferro
volta la pagina e c’è un ombrello

e l’ombrello è sotto la pioggia,
volta la pagina e c’è una spiaggia,

e la spiaggia è giallina,
volta la pagina e c’è una gallina,

e la gallina con la penna nera
volta la pagina e c’è una teiera

E la teiera è piena d’acqua
volta la pagina e c’è una gatta.

La gatta ha sei gattini
volta la pagina e ci son due bambini

[STROFA FINALE:]
Due bambini davanti al libro,
Che si tengono per mano
E ascoltano le campane lontano
Din dan don
Din dan don
[se si vuole: con volume più basso, come a farle sentire più lontane]

EVVIVA!!! BRAVI!!!

[RIPETERE]

[STROFA FINALE PER “CHIUDERE” IL CICLO DI RIPETIZIONI (sostituisce l’altra), in cui l’educatrice conclude l’esperienza con un gran sorriso, alzando le mani al cielo e chiudendo poi il libro:]

Due bambini davanti al libro,
Che si tengono per mano

E adesso facciamo un salto
Lo facciamo bello alto

Perché la storia è finita qua
Perché la storia è finita quaaaa!
[Concludere facendo un gran salto con “Bravi!” e battendo le mani]

EVVIVA!!! BRAVI!!!

Buon divertimento con i vostri bambini!

 Immagini

Campane di Mortaron - Immagini accompagnatorie

Nel caso l’educatrice di asilo nido voglia trasformare Campane di Mortaron in una vera e propria canzone illustrata, è necessario che crei le immagini accompagnatorie che ritiene più adatte allo sviluppo raggiunto dai propri bambini. Il metodo da noi sperimentato è fotocopiare o reperire sul web alcune illustrazioni, combinadole poi a creare l’immagine accompagnatoria. Sotto all’immagine stessa, o nella pagina a fianco, si stampano in grande anche le strofe corrispondenti.

Le immagini proposte in questo testo hanno come soggetto:

    • Porte di ferro (colorate in grigio scuro), aperte
    • Ombrello sotto la pioggia,
    • Spiaggia gialla
    • Gallina con una penna nera che spicca tra quelle bianche
    • Teiera piena d’acqua
    • Gatta con sei gattini (su quest’immagini i bambini amano soffermarsi)
    • Due bambini davanti al libro

 Varianti

Varianti

Campane di Mortaron, come abbiamo visto, ha due varianti principali: canzone o canzone illustrata con lo sfogliare del libro.
Ulteriori varianti si possono creare per specifiche attività educative. In questo caso, l’educatrice può creare strofe illustranti particolari situazioni, eventualmente collegate con immagini.

 Riflessioni

Riflessioni dal Progetto Asilo Nido

Campane di Mortaron è lunga, anche limitandosi ad una sola ripetizione; è quindi consigliata per bambini sopra i 18 mesi. Per proporla a bambini di età inferiore, è consigliabile ridurre il numero delle strofe intermedie; le immagini con le relative descrizioni verbali sono molto apprezzate anche dai bambini piccoli.


Campane di Mortaron - Articoli collegati

Per un'analisi dell'importanza educativa delle canzoni mimate in asilo nido, vedi Canzoni mimate - Importanza e valore educativo.
Un esempio completo di canzone mimata illustrata è contenuto in Gigetta e il suo libro.
Per un uso sinergico di Campane di Mortaron con altre storie, vedi Valigia delle storie.

Campane di Mortaron - Conclusioni

In quest’articolo abbiamo proposto Campane di Mortaron per l’asilo nido, una filastrocca che narra le immagini che l’educatrice presenta sfogliando un libro costituito da fogli disegnati da una sola parte. Le frasi ritmate illustrano quanto si vede nel disegno, costituendo quindi un ausilio alla narrazione. Campane di Mortaron è da considerarsi una vera e propria attività strutturata breve, che l’educatrice di asilo nido può proporre in momenti di transizione lunga e in cui i bambini non hanno tensioni fisiologiche come la fame. Campane di Mortaron per l'asilo nido è finalizzata allo sviluppo della consapevolezza del linguaggio scritto e dell’importanza del libro, a promuovere e sfruttare momenti di attenzione congiunta con ciascun bambino da parte delle educatrici, a promuovere lo sviluppo del linguaggio.


Progetto Asilo Nido & Social