In Progetto Asilo Nido ora: 12

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Abaco sensoriale

Abaco sensoriale

In quest’articolo vedremo come le educatrici di asilo nido possono costruire in maniera facile ed economica un abaco sensoriale, uno strumento da utilizzare in attività strutturate o lasciandolo a disposizione dei bambini per il gioco libero. Ideato e creato dal dr. Virginio Fornea per Progetto Asilo Nido.

Abaco sensoriale: descrizione educativa

La descrizione educativa dell’abaco sensoriale riguarda lo sfruttare un’ampia gamma di capacità di tipo sensoriale-motorio, cognitivo, attentivo e di competenze del bambino, da lui sviluppate in più fasi.
L’abaco sensoriale è, infatti, uno strumento plurifunzionale, trasversale a più fasce d’età, il cui utilizzo da parte del bambino si basa sul suo effettivo sviluppo conseguito in quel momento.
L’abaco sensoriale, proposto in sezione, permette all’educatrice di asilo nido di promuovere e facilitare tali capacità.
Lo strumento, inoltre, offre all’educatrice la possibilità di stimolare l’attenzione congiunta di ciascun bambino, la verbalizzazione degli oggetti, le interazioni uno-uno.

Dal punto di vista delle educatrici di asilo nido, l’abaco sensoriale è un arredo ludico che si presta a caratterizzare la sezione dei bambini medi, nello specifico l’angolo delle attività cognitive. Esso presenta una seria di caratteristiche che lo rendono accattivante e funzionale all’ambiente dell’asilo nido.
L'abaco sensoriale possiede, infatti, le seguenti caratteristiche:

    • Robustezza
    • Permette di non disperdere gli oggetti
    • Facilmente riordinabile e pulibile
    • Conferisce gradevolezza estetica all’angolo dove è posto

Abaco sensoriale: età

L’abaco sensoriale si può proporre a bambini d’età compresa tra 9 mesi e 24 circa. In particolare, permette di sfruttare la fase di gioco euristico del bambino (12-24 mesi) unendola all’esplorazione spaziale e alla deambulazione.

Distinguiamo la descrizione educativa dell’abaco sensoriale per:


 9-12 mesi

Per bambini d’età compresa tra i 9 e i 12 mesi, la valenza educativa dell’abaco sensoriale è data da:

  • Incentivare l’alzarsi in piedi e lo stazionare verticale (10-15 mesi),
  • Incentivare i piccoli spostamenti: mettendone 2 o più appesi al muro, a circa 1 metro uno dall’altro (12-15 mesi)
  • Incentivare la presa a pinza degli oggetti
  • Favorire l’esplorazione sensoriale complessa (tatto, udito, vista) e il coordinamento oculo-manuale

 13-17 mesi

Per bambini d’età compresa tra i 13 e i 17 mesi, la valenza educativa dell’abaco sensoriale è data da:

  • Favorire l’esplorazione sensoriale complessa (tatto, udito, vista)
  • Favorire l’esplorazione cognitiva (comprensione delle relazioni topologiche tra vari oggetti)
  • Incentivare l’attenzione congiunta, con supporto dell’educatrice
  • Favorire il riconoscimento e la denominazione dei vari oggetti, con supporto dell’educatrice
  • Favorire la motricità fine

 18-24 mesi

Per bambini d’età compresa tra i 18 e i 24 mesi, la valenza educativa dell’abaco sensoriale è data da:

  • Favorire l’esplorazione cognitiva (comprensione delle relazioni topologiche tra vari oggetti)
  • Incentivare l’attenzione congiunta, con supporto dell’educatrice
  • Favorire il riconoscimento e la denominazione dei vari oggetti, con supporto dell’educatrice
  • Favorire le seriazioni
  • Favorire la motricità fine


Nota sull'abaco sensoriale per le seriazioni: per incentivare le seriazioni, si possono inserire sulla stessa riga oggetti dalle caratteristiche simili agli occhi del bambino, cioè interpretabili come simili con il suo attuale livello di sviluppo.




Proponibile a: al massimo due bambini (uno per parte). Per coinvolgere un gruppo di bambini, l’educatrice può disporre un abaco sensoriale a testa, a semicerchio di fronte a lei.
Setting: per bambini d’età 9-15 si può porre in sezione, ad esempio nell’angolo morbido. Per bambini più grandi si può porre nell’angolo delle attività cognitive.

Abaco sensoriale: costruzione

Vediamo ora la costruzione dell’abaco sensoriale in dettaglio. Pur non essendo complicato o difficile da realizzare, le competenze richieste sono diverse da quelle solitamente richieste alle educatrici di asilo nido. È consigliabile rivolgersi a qualche genitore amante del bricolage.


1. Materiali per la struttura esterna

1. Materiali per la struttura esterna

  1. Montanti: 2 tavolette di legno, spessore 15 mm, larghezza 10-15 cm. La lunghezza è a discrezione delle educatrici; indicativamente è consigliabile una lunghezza di 65 cm. Nota: nel caso si usino degli spezzoni di ferro per le guide, sono necessarie 2 tavolette identiche ulteriori (tavolette c).
  2. Distanziatori: 2 tavolette di legno, con spessore e larghezza come sopra, di lunghezza a discrezione delle educatrici; indicativamente è consigliabile una lunghezza di 35 cm. Queste due tavolette sono i distanziatori, danno cioè la larghezza dell’abaco sensoriale. Sono sostituibili con 2 pezzi uguali di manico di scopa, a scapito però della tenuta della struttura (vedi “guide” dopo).

2. Materiali per la struttura interna (guide)

2. Materiali per la struttura interna (guide)

Asseconda del foro degli oggetti scelti per l’abaco sensoriale, è possibile usare manici di scopa di legno o spezzoni di ferro rivestito di guaina di plastica (ad esempio: quelli che servono a tirare le tende), tagliati su misura. Nota: la lunghezza degli spezzoni di ferro è data dalla lunghezza dell’abaco sensoriale più 4 cm. Questi cm in più sono necessari per fissare gli spezzoni alle pareti.

3. Materiale da far scorrere nelle guide

3. Materiale da far scorrere nelle guide

  • Anelli in metallo, legno, plastica.
  • Pezzi di catena in vari materiali (2 maglie: 1 infilata nella guida, l’altra pende). Nota: è possibile creare un abaco sensoriale con le guide più lontane una dall’altra (15-20 cm) e pezzi di catena più lunghi, che creano interessanti effetti sonori quando spostati.
  • Bigodini di vario diametro
  • Pezzi di rotoli di cartone, irrobustiti all’esterno con nastro adesivo telato colorato. Nota: questi rotoli, essendo reperibili con diametri diversi, possono essere messi sulla guida in maniera da essere infilati uno nell’altro.
  • Anelli cui sono annodate cordicelle, tessuti, strisce varie...

Sono inoltre usabili tutti quei materiali dotati di foro comunemente usati per il gioco euristico (vedi anche  Gioco euristico - Lista di materiale) come il Cestino dei Tesori, come anelli con chiavi, ecc.

Il numero e il tipo di oggetti, e l’ordine con cui questi saranno proposti ai bambini, è deciso dalle educatrici secondo i loro obiettivi educativi.

4. Disposizione del materiale nelle guide

4. Disposizione del materiale nelle guide

Sono previste, secondo gli obiettivi educativi delle educatrici di asilo nido, tre varianti nella disposizione del materiale nelle guide.

  1. Oggetti dello stesso materiale solo sulla stessa guida
  2. Oggetti di dimensioni e forma uguali o simile, ma materiale diverso, sulla stessa guida
  3. Oggetti con dimensioni tali da poter scorrere su di loro, anche di materiali diversi (ad esempio: un anello grande abbastanza da far passare l’anello più piccolo) sulla stessa guida

5. Costruzione dell'Abaco Sensoriale con spezzoni di ferro

5. Abaco sensoriale con spezzoni di ferro

L’educatrice fora i montanti (tavolette “a”) partendo da circa 7,5 cm dal bordo, ogni 10 cm. Il foro deve essere tale da far passare uno spezzone di ferro. Nota: se si useranno pezzi di manico di scopa, non è necessaria la foratura.
Crea una sorta di cornice con i montanti (tavolette “a”) e i distanziatori (tavolette “b”). Dato l’uso che i bambini possono farne, sono necessarie solo delle viti autofilettanti (2 o 3 per tavoletta)
L’educatrice fa passare i ferri, già riempiti con gli oggetti secondo l’ordine ed il numero da lei previsto, fino a farli sporgere di circa 2 cm da ciascun lato. Piega tutti i ferri a L nella parte che sporge da un solo lato. Fissa con viti autofilettanti e preme forte la prima delle due ulteriori tavolette (c) all’esterno del montante, in modo da impedire che i bambini tocchino gli spezzoni piegati e nel frattempo fissa la struttura.
Piega gli spezzoni nella seconda parete, cercando di mantenere teso ogni singolo spezzone. Fissa con la seconda ulteriore tavoletta (c) come sopra.

6. Costruzione dell'Abaco Sensoriale con manici di scopa

6. Abaco sensoriale con manici di scopa

L’educatrice crea una sorta di scala con i montanti (tavolette a) e i distanziatori (tavolette b) come cornice, e i pezzi di manico di scopa come scalini (partendo da circa 7,5 cm dal bordo, ogni 10 cm). Dato l’uso che i bambini possono farne, sono necessarie solo delle viti autofilettanti (2 o 3 per tavoletta, 1 lunga per i pezzi di manico di scopa.
È opportuno che l’educatrice si ricordarsi di riempire con gli oggetti secondo l’ordine ed il numero previsto dalle educatrici prima di chiudere la cornice!



Per concludere, l’educatrice deve coprire i fori delle viti con una goccia di colla.
L’abaco sensoriale è pronto all’uso.

Abaco sensoriale: varianti

Oltre all’uso appoggiato in orizzontale, sono previste per l’abaco sensoriale tre varianti di semplice esecuzione ma molto interessanti per le possibili applicazioni negli asili nido. Vediamole in dettaglio.

Variante orizzontale, in cui l’abaco sensoriale è appoggiato su un piano. Solitamente può essere usato al massimo da due bambini per volta.

Variante verticale, in cui l’abaco sensoriale resta verticale e più bambini vi si possono affollare attorno, vedersi e interagire da una parte all’altra.
Per la versione verticale, è consigliabile aumentare la base d’appoggio dell’abaco sensoriale con 2 gambe (tavolette come i montanti) per parte, posizionate a 45 gradi e fissate con viti. Un’altra soluzione è utilizzare montanti con una larghezza di 25 cm (tavolette però più costose e abaco sensoriale più pesante).

Variante da parete, in cui l’abaco sensoriale è fissato ad un muro come un arredo educativo. L’abaco sensoriale in versione a parete, costruito in più esemplari e con più materiali, è un ottimo arredo per i corridoi degli asili nido!
Per una versione a parete, è necessario avvitare ai montanti degli appositi ganci in metallo a L, fissando poi questi ganci al muro. Nota: fissare l’abaco sensoriale sia sopra sia sotto.
L’altezza da terra è circa metà altezza di quella dei bambini, in ogni caso sufficientemente alto da evitare che possano usare l’abaco sensoriale come scaletta!

Abaco sensoriale: articoli collegati

Per un approfondimento del gioco euristico, vedi Gioco euristico – Punti chiave per le educatrici.
Per ulteriori esempi di materiali per il gioco euristico, vedi  Gioco euristico - Lista di materiale.
Le tabelle di sviluppo delle fasce d'età qui considerate sono in:

Abaco sensoriale: misure di sicurezza

Tutti gli angoli sono stati stondati e successivamente carteggiati per evitare scheggie.
Sono state usate viti autofilettanti di lunghezza appropriata, avendo l’accortezza di farle penetrare per almeno un millimetro nel legno. Il foro d’entrata è quindi stato carteggiato e successivamente chiuso con colla a caldo (quella solitamente usata negli asili nido).
Non è prevista verniciatura dell’abaco sensoriale.
La manutenzione consiste nel lavaggio degli oggetti, secondo le procedure normalmente adottate nel proprio servizio.
L’educatrice di asilo nido deve, prima della proposta ai bambini e in ogni caso con regolarità, verificare che l’abaco sensoriale sia integro nelle sue parti, nelle giunzioni e negli oggetti.


Progetto Asilo Nido & Social