In Progetto Asilo Nido ora: 19

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Agire educativo al Nido - Domande - 3

Agire educativo al Nido - Domande - 3

In queste schede sono presentate 10 domande sull'agire educativo più frequentemente chieste nelle selezioni e nei concorsi per educatore di asilo nido.
Per passare alle 10 domande successive, clicca sul link alla fine dell’articolo.
Tempo da impiegare: max 8 minuti.

Agire educativo in concorsi e selezioni per educatore asilo nido

Le domande sull'agire educativo sono l'essenza dei concorsi e selezioni per educatore di asilo nido. Conseguire un buon punteggio nella valutazione delle conoscenze e competenze già possedute dal candidato sull'agire educativo è indispensabile sia nella prova scritta sia in quella orale.
Ciò ci ha convinto a proporre alle future educatrici di asilo nido una serie di domande specifiche sull'agire educativo.

Le domande che seguono sono quasi tutte raccolte da vari concorsi e selezioni per educatore di asilo nido dal 1995 ad oggi; le rimanenti sono state da noi sviluppate.
Per un elenco di sinonimi dei termini abitualmente usati in ambito di asilo nido e per definizioni di concetti particolari, vedi Termini per asilo nido.

Domande sull'agire educativo

Le seguenti domande possono essere usate sia come quesito a risposta multipla, sia come domanda aperta: basta non cliccarci sopra e non si vedono le possibili risposte!


Con l'affermazione “un asilo nido è anzitutto un luogo di crescita formativa dei grandi per essere un luogo pedagogico dei piccoli” si vuole sottolineare l'importanza di:


Della consapevolezza del proprio fare da parte di chi lavora con i bambini
Della consapevolezza delle proprie carenze da parte di chi lavora con i bambini
Della consapevolezza dell’importanza sociale di chi lavora con i bambini

Risposta:

Della consapevolezza del proprio fare da parte di chi lavora con i bambini

Con riferimento alle dinamiche relazionali che il bambino sviluppa durante le attività all'asilo nido, per “trasmissione verticale” s’intende:


Il complesso di conoscenze che l'educatrice può trasmettere al bambino
Il complesso di conoscenze che un bambino d’età maggiore può trasmettere al bambino d’età minore
Il complesso di conoscenze che l'educatrice può trasmettere all’operatrice ausiliaria nei casi in cui questa debba momentaneamente aiutare l’educatrice

Risposta:

il complesso di conoscenze che l'educatrice può trasmettere al bambino

Per le educatrici di asilo nido, conoscere i ritmi e i tempi di crescita dei bambini è una competenza:


Fondamentale per la realizzazione di un progetto educativo
Utile per rispondere alle domande degli utenti durante le giornate di “nido aperto”
Di aiuto ma non indispensabile per la realizzazione di un incontro con le insegnanti di scuola dell’infanzia per la continuità verticale

Risposta:

fondamentale per la realizzazione di un progetto educativo

Cosa intende una educatrice di asilo nido con “rinforzo”? 


Un'approvazione per un comportamento corretto e un'approvazione ironica per un comportamento scorretto
Un'approvazione per un comportamento corretto e un dissenso per un comportamento scorretto
Un'approvazione per un comportamento corretto e un rimprovero per un comportamento scorretto.

Risposta:

un’approvazione per un comportamento corretto e un dissenso per un comportamento scorretto Ecco perché in asilo nido si parla di rinforzo “positivo”, cioè relativo solo alla parte di approvazione

Una educatrice di asilo nido, osservando un bambino di 18 mesi che piange, urla, morde o calcia al momento di separarsi dalla madre, pensa a:


Aggressività appresa per imitazione dall’ambito familiare
Una normale risposta primaria alla separazione
Un problema nell’attaccamento con il caregiver

Risposta:

una normale risposta primaria alla separazione(è la “protesta per la separazione” secondo Bowlby)

Cosa significa “assimilazione delle regole”? 


Modellare i propri impulsi in funzione delle esigenze ambientali
Modellare gli impulsi del bambino in funzione delle esigenze sociali
Modellare i propri impulsi in funzione delle esigenze sociali

Risposta:

modellare i propri impulsi in funzione delle esigenze ambientali

Davanti alle prime forme di emissione di suoni da parte del bambino, l'educatrice di asilo nido deve:


Rispondere, assecondare e rinforzare il bambino
Rispondere e rinforzare il bambino ripetendo la parola corretta
Rispondere e assecondare, senza rinforzare il bambino nell’emissione di suoni uguali alle parole corrette

Risposta:

rispondere, assecondare e rinforzare il bambino

Di fronte al bambino che chiede col gesto l'educatrice di asilo nido:


Dovrà rispondere a parole
Dovrà rispondere a parole, dopo aver espresso il proprio dissenso, in maniera non verbale, al fatto che il bambino non ha espresso la richiesta in forma verbale
Dovrà rispondere a parole, dopo aver espresso il proprio dissenso, in maniera verbale, al fatto che il bambino non ha espresso la richiesta in forma verbale

Risposta:

dovrà rispondere a parole

Di fronte alla curiosità infantile l'educatrice di asilo nido dovrebbe:


Affrontare le domande, cercando di fornire spiegazioni chiare e adeguate alle possibilità di comprensione del bambino
Affrontare le domande, cercando di fornire spiegazioni chiare e complete, eventualmente informandosi ulteriormente sull’argomento della curiosità del bambino
Rimandare le domande e le risposte alla famiglia, cercando di fornire spiegazioni chiare e adeguate alle circostanze in cui il bambino ha espresso le domande

Risposta:

affrontare le domande, cercando di fornire spiegazioni chiare e adeguate alle possibilità di comprensione del bambino (ad esempio esplicitando solo la causa diretta dell’evento in questione)

Di fronte all'ostinazione dei bambini l'educatrice di asilo nido risponde:


Con calma, fermezza e contatto oculare, imponendo il rispetto delle richieste o dei divieti
Con calma, fermezza e contatto oculare, spiegando in modo semplice i motivi delle richieste o dei divieti
Con calma, fermezza e contatto oculare, chiedendo in modo semplice che il bambino si comporti come gli altri pari

Risposta:

Con calma, fermezza e contatto oculare, spiegando in modo semplice i motivi delle richieste o dei divieti


Se ritieni che una risposta sia errata o incompleta, per favore lascia un messaggio nel forum o un commento sulla pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook. Grazie!

Come usare le domande sull'agire educativo

Abbiamo sviluppato queste domande sull'agire educativo come aiuto nella preparazione a un concorso o ad una selezione per educatore di asilo nido.
Come per tutte le domande, anche quelle di Progetto Asilo Nido ti sembreranno banali se conosci bene il tema. Quindi, se:

  • impieghi più di 30-45 secondi per leggere e rispondere ad una domanda
  • la domanda ti sembra “difficile” da capire per termini usati e distinzioni proposte

Allora ti consigliamo di rivedere gli argomenti relativi all'agire educativo dell'educatrice di asilo nido prima di proseguire oltre nel tuo studio, ad esempio leggendo gli articoli presentati nella categoria Agire educativo e negli articoli collegati, in particolare Individualizzazione di azioni educative al Nido - Buone pratiche.
In bocca al lupo, futura collega educatrice di asilo nido!


Progetto Asilo Nido & Social