In Progetto Asilo Nido ora: 22

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Leggi e Pubblica Amministrazione (PA) - Domande - 8

Leggi e Pubblica Amministrazione (PA) - Domande - 8

In queste schede sono presentate 10 domande su leggi nazionali e aspetti della Pubblica amministrazione che frequentemente sono chieste nelle selezioni e nei concorsi per educatore di asilo nido.
Per passare alle 10 domande successive, clicca sul link alla fine dell’articolo.
Tempo da impiegare: max 8 minuti.

Leggi e Pubblica Amministrazione in concorsi e selezioni per educatore asilo nido

Domande sulle leggi nazionali, in particolare sulla Costituzione e su quante regolano la Pubblica Amministrazione, sono sempre presenti nei concorsi e selezioni per educatore di asilo nido. Spesso domande su leggi non attinenti direttamente i servizi per l'infanzia, ma di natura generale, o l'esatta comprensione di termini in esse contenuti, possono fare la differenza tra fallire la prova o diventare educatrice di asilo nido.
Ciò ci ha convinto a proporre una serie di domande specifiche su Leggi e Pubblica Amministrazione per l'asilo nido.

Le domande che seguono sono quasi tutte raccolte da vari concorsi e selezioni per educatore di asilo nido dal 1995 ad oggi; le rimanenti sono state da noi sviluppate.
Per un elenco di sinonimi dei termini abitualmente usati in ambito di asilo nido e per definizioni di concetti particolari, vedi Termini per asilo nido.

Domande su Leggi e Pubblica Amministrazione

Le seguenti domande possono essere usate sia come quesito a risposta multipla, sia come domanda aperta: basta non cliccarci sopra e non si vedono le possibili risposte!


Con quale strumento si stabilisce l’articolazione territoriale delle ASL?


Con la legge finanziaria annuale
Con il Piano Sanitario Regionale
Con legge regionale

Risposta:

con legge regionale

A che cosa serve l’ISEE?


Permette al cittadino di accedere a prestazioni sociali agevolate
Permette al cittadino di non pagare il ticket sui farmaci
Permette al cittadino di accedere a prestazioni sanitarie a costo inferiore

Risposta:

permette al cittadino di accedere a prestazioni sociali agevolate

La realizzazione del sistema integrato di cui alla Legge n. 328/2000 richiede l’avvio di un profondo cambiamento culturale nella società intera, infatti la suddetta legge propone un sistema in cui:


L’assistenza deve essere intesa solo come sostegno economico
Il cittadino non è solo utente
Gli interventi sociali sono in ogni caso opzionali

Risposta:

il cittadino non è solo utente

Secondo le “Linee guida per l’integrazione scolastica” dell’agosto 2009, la condizione di disabilità è:


La risultante dell’interazione tra deficit psico-fisico e contesto sociale di riferimento del soggetto
Strettamente legata alle limitazioni dovute al deficit psico-fisico
La risultante dell’interazione tra soggetto portatore di deficit psico-fisico e le barriere contestuali di tipo comportamentale ed ambientale

Risposta:

la risultante dell’interazione tra soggetto portatore di deficit psico-fisico e le barriere contestuali di tipo comportamentale ed ambientale

Per il processo di stesura e approvazione dei Piani di Zona, previsti dalla legge n. 328/2000, il “sistema dei tavoli”:


Formalizza la programmazione congiunta
É utilizzato solo nei distretti a bassa complessità decisionale
Valorizza il recepimento di bisogni altamente differenziati

Risposta:

Formalizza la programmazione congiunta

Ai sensi di quanto previsto all’art. 1 della Legge 328/2000, la Repubblica deve prevenire, eliminare o ridurre le condizioni di disabilità, di bisogno e di disagio derivanti da:


unicamente da condizioni di disabilità fisica e/o mentale
esclusivamente da inadeguatezza di mezzi o di reddito
sia da inadeguatezza di reddito che da difficoltà sociali e da condizioni di non autonomia

Risposta:

sia da inadeguatezza di reddito che da difficoltà sociali e da condizioni di non autonomia

Secondo quanto previsto dalla Legge quadro sul volontariato (L. n. 266/91), lo Stato, le Regioni e gli altri enti pubblici locali possono stipulare convenzioni per l’erogazione di servizi con le organizzazioni di volontariato purché queste siano:


Iscritte nei registri tenuti e istituiti dalla Regione, da almeno 6 mesi, e che dimostrino attitudine e capacità operative
Iscritte da almeno tre anni nel registro tenuto presso la Regione, indipendentemente da ogni altra valutazione
Fondate da almeno un anno e iscritte nei registri tenuti presso il Ministero delle Politiche sociali da almeno sei mesi

Risposta:

iscritte nei registri tenuti e istituiti dalla Regione, da almeno 6 mesi, e che dimostrino attitudine e capacità operative

In cosa consiste il Fondo Nazionale delle Politiche Sociali?


è il fondo statale nel quale confluiscono le entrate regionali
è il fondo statale nel quale confluiscono gli aiuti comunitari provenienti dal Fondo Sociale Europeo
è il fondo statale che costituisce il principale strumento di finanziamento pubblico delle politiche sociali

Risposta:

è il fondo statale che costituisce il principale strumento di finanziamento pubblico delle politiche sociali

La pubblica amministrazione può rifiutare l’accesso ai documenti amministrativi?


sì, nei casi e nei limiti stabiliti dalla Legge n. 241/1990
no, in nessun caso l’amministrazione può rifiutare l’accesso ai documenti amministrativi
sì, solo qualora la loro conoscenza possa impedire o gravemente ostacolare lo svolgimento dell’azione amministrativa

Risposta:

sì, nei casi e nei limiti stabiliti dalla Legge n. 241/1990

Ai sensi del Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali, di cui al Decreto Legislativo n. 267 del 2000, quanti voti di preferenza l’elettore può esprimere per l’elezione del Consiglio Comunale?


nessuno
in ogni caso uno
uno nei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti, due nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti

Risposta:

in ogni caso uno


Se ritieni che una risposta sia errata o incompleta, per favore lascia un messaggio nel forum o un commento sulla pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook. Grazie!

Come usare le domande sulle leggi e sulla Pubblica Amministrazione per asilo nido

Abbiamo sviluppato queste domande sulle leggi e sulla Pubblica Amministrazione come aiuto nella preparazione a un concorso o ad una selezione per educatore di asilo nido.
Come per tutte le domande, anche quelle di Progetto Asilo Nido ti sembreranno banali se conosci bene il tema. Quindi, se:

  • impieghi più di 30-45 secondi per leggere e rispondere ad una domanda
  • la domanda ti sembra “difficile” da capire per termini usati e distinzioni proposte

Allora ti consigliamo di rivedere gli argomenti relativi alle principali leggi nazionali (non tralasciando quelle della tua regione) e sulla Pubblica Amministrazione prima di proseguire oltre nel tuo studio; può essere utile anche la lettura delle definizioni e dei termini contenuti nel nostro glossario Termini per asilo nido e, per focalizzare le leggi regionali, dare un'occhiata a quanto descritto in Leggi e Asilo Nido.
In bocca al lupo, futura collega educatrice di asilo nido!


Progetto Asilo Nido & Social